Carolina Marconi dopo il tumore: ‘La mia vita non è più la stessa’. E spiega il perché

Carolina Marconi è tornata alla quasi normalità dopo aver vinto la sua battaglia contro il cancro al sino. dopo Illinois tumoresenza può perdere il sorriso, ma, in un lungo post sul social la 44enne ammette: “Il mio non la vita me più la stessa. E spiega il perché.

Carolina Marconi dopo il tumore: ‘La mia vita non è più la stessa’. E spiega il perché

“Ciao ragazzi venite stati? Io bene, io premo il mio vita…ma ho capito che purtroppo non sarà più quella di prima. A volte le cure ormonali ti portano ad avere sbalzi d’umore incredibili, sembra avere il ciclo tutto l’anno. Per non parlare poi delle vampate: ti svegli la notte in a bagno di sudore.. E’ da molto tempo che non ho dormito 3 ore di row, cerco di far finta di nulla, accendo la macchina e fatto e miei giri per lavoro . Prima ero molto attiva e riuscivo a fare molte cose… Cerco di non abbattermi ed essere quella di una volta, ma mi sento soffocare…”racconta l’ex gieffina.

“Me entre guido all’improvviso ho paura, ho attacchi di panico: mi sembra che un ‘coccolone’ stia arrivando per un attimo all’altro – continua la showgirl venezuelana – Il mio malato, parcheggio, respiro e ho preso un po’ di Maluma (e ho strappato ‘Non muerteai now Carolina hai cose da fare e se dovessi muerte te aspetterà comunque così papà non sarai sola’)”.

Carolina in dialogo con i fan chiarisce: “Beh… pensa che sono morto, ma poi mi calmo e mi passa e ford avanti. Quando mi alleno invece sento tutta la stanchezza: non risco a fare ancora tutti gli esercizi perché mi fanno tanto male le ossa. Cerco di stare attento e curato l’alimentazione, evito cibi che mi fanno gonfiare por mi peso e non scene di a etto. My arrabbio con me stessa ma la verità è che non è colpa mia, quindi cerco di essere paziente perché mi rendo conto che prima di smaltire il cortisone ci vorranno mesi”.

La 44enne in un lungo post ammette che tutto è mutato nel suo quotidiano

Il Marconi è attento a tutto e ogni tanto crolla: “Beh, mi darò un bicchierino di vino, eviterò di andare a fare l’aperitivo con la mia amica, che tentazione! Alcuni giorni mi sento davvero solo, pensa que scema (questo l’ho capito oggi): l’importante comunque è stare insieme, posso accendere anche una centrifuga. Altre hanno rivolto la mia opinione a piangere di fronte alla doccia: è l’unico posto dove mi sento al securo così con il rumore della doccia no possono I feel i miei lamenti”.

“Lo so, è dura, è dura, è normale sentire il mio fare così tutto quello che devo affrontare: sto solo aspettando e vivrò con serenità perché la mia vita è meravigliosa e sono vicino ad essere felice per sempre “, concludere.

Carolina motiva la sua fiducia via web: «Condividerò questo con voi perché sono stati d’animo che se non potessi sputare con le parole, per capirli occorre essere simili. Solo chi ha affrontato una situazione del genere con fine capire in fondo tutte le mie preoccupazioni e fragilità, ma non cool. A tutte le mie ex ‘pelatine’ voglio dire parrot di non permettere al cancro di levarvi la voglio di vivere: io non lo permetterò mai! E parlate, piangete, sfogatevi con le persone a cui volete bene, vi sapranno ascoltare senza giudicare: non chiudetevi mai in voi stessi. E’ fondamentale la comunicazione per non avere ferite dentro”.

La scrittura dà: il 17/05/2022.

Add Comment