D!PS: Recensione di “DUEM!LAEQUALCOSA”

ID!PS pubblica un impegnato pop che mantiene il sociale, raccontandolo con un’elettronica che fa da sfondo a chitarre funk e piano forti soul.

io PS Sono un trio torinese all’esordio con DORMIRE!LA COSA UGUALE, un album coraggioso, con cui si lanciano in una feroce critica sociale accompagnata da un’ironia che trova spazio in un progetto musicale pop con numerose influenze nel mondo dell’elettronica. È con un tono leggero, tuttavia non scherzoso, che la band definisce il viaggio di dieci tracce.

Il progetto ha evidentemente un tentativo ben preciso, Mi occuperò di quello che arriva con un problema, nel mondo digitale e il rapporto degli utenti con esso. La critica trova un grande spazio di mezzo, dimmi qual è il record, grazie per gli elementi del timbro informativo e taglienti suggerimenti. Non hanno messo subito in pausa il display in opposizione all’uso spasmodico della tecnologia, assegnando il primo post alla tracklist * attenzione, quella che è a tutti gli effetti l’introduzione dell’intero lavoro. Il brano mette l’accento sul suo tema di dipendenza e fa da scimmia, avvisandoti dell’importanza del concept dell’album.

Dà la disinformazione alla considerazione della nuova generazione, avendo un forte fulcro di tecnologia e D!PS raccontano il presente, il “post venti-venti” con particolare attenzione per i mutamenti sociali. È proprio di denuncia che si può parlare pensando *ok boomerun intermezzo costruito come un’inchiesta, che metterà in evidenza l’immotivata fiducia delle vecchie generazioni nei confronti delle nuove.

I contenuti sono quindi ricchi, non meno dell’accompagnamento musicale que vede nella maggior parte dei brani una batteria acustica collegata a una grande quantità di strumenti elettronici tra sintetizzatori, pianoforti e chitarre, che accompagna la parte ritmica con rimandi al funk e all’R&B . Il risultato è quello di un lavoratore nella cui armonia, semplicemente ma non per questo banale, che rischia di valorizzare i buona motivazione per cui ascoltare del pop fatto per bene, risalta, ricordando un tratto di Frah Quintale e la sua fusione di elettronica e musica leggera.

A chiudere il disco è Soc!alin – Versione Cyberpunk brano in cui il trio riesce a far esplodere la fantasia con i sintetizzatori, mostrando un nuovo lato del pappagallo proiettato. Non è più il pop il genere che meglio si collega a questo branoma un’elettronica disco che riprende il lascito di Giorgio Moroder.


La revisione DORMIRE!LA COSA UGUALE La scrittura di Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 17-05-2022 22:35:13

Add Comment