Salone del Libro 2022 a Torino, taglio del nastro giovedì con Franceschini e Bianchi




taglio del nastro con il Ministero della Cultura Dario Franceschini e dell’Istruzione Patrizio Bianchi, giovedì 19 maggiodall’edizione dei “Cuori selvaggi” del Fiera del Libro di Torino 2022 a cui parteciperanno 893 editori di cui 542 con il proprio stand. Doppia apertura con la lectio magistralis ‘I non-umani possono parlare?’ di Amitav Ghosh su temi ambientali e crisi climatica, in collaborazione con Neri Pozza e Maria Falcone che hanno inaugurato il Bookstock, lo spazio dedicato ai ragazzi in ricordo del fratello Giovanni a trent’anni dalla strage di Capaci a cui ha dedicato il libro ‘L ‘eredità di un giudicè (Mondadori), scritto con Lara Sirignano.

Super atteso nel primo giorno del Salone Jovanotti y le sue ‘Poesie da spiaggià con l’editore Nicola Crocetti: se annunci un evento sold-out. La partenza vede anche i festeggiamenti per i 60 anni di Marsilio con la presentazione del catalogo storico Marsilio 60, con Emanuela Bassetti e Luca De Michelis, Carlo Feltrinelli, Gian Arturo Ferrari, Mario Infelise e Ricardo Franco Levi. Per la prima volta in Italia, l’Associazione Italiana Editori presenta una ricerca organica sul mercato del fumo, in collaborazione con il programma Eudicom finanziato dalla Commissione Europea in Europa Creativa.

In cinque anni, fino al 23 maggio, oltre 1900 gli eventi tra Salone Off (430) e Lingotto (1500) con una superficie di 110.000 quadri metri, la più ampia di sempre, con tra le novità la Casa della Pace, uno spazio dedicato al dialogo e all’informazione sulle iniziative di solidarietà sull’emergenza in Ucraina. Il Salone annuncia la presenza di Oleksandr Afonin, presidente dell’Associazione delle biblioteche ucraine, che partecipa a un’organizzazione congiunta in collaborazione con Ali e Centro per il libro e la littura e Iryna Yezhela, caporedattrice della casa editrice Ranok di Karkhiv con ‘Il custode del boscò pubblicato in Italia da Il Castoro in doppia lingua per favorire l’incontro tra i bambini italiani e ucraini.

Arriva anche lo scrittore russo dissidente Mikhail Shishkin dopo i cinque finalisti del Premio Strega Europeo. Gli altri sono insieme Elin Cullhed, Sara Mesa, Megan Nolan e Amélie Nothomb. Debutta anche il Bosco degli Scrittori realizzato da Aboca Edizioni, un anfiteatro composto da oltre 1000 alberi, punto di riferimento per la maggior parte delle iniziative dedicate al racconto della natura e della sostenibilità tra cui tre reading speciali: il 20 maggio con Paolo Cognetti, che leggerà Mario Rigoni Stern e con Amitav Ghosh che ha fornito la pagina di ‘Jungle Nama. Il Racconto Della Giunglà (Neri Pozza). E il 22 maggio Eshkol Nevo con Il frutteto (Neri Pozza). Sempre più internazionale, il Salone ospita il Lingotto molti big stranieri. Torna per la prima volta in Italia il giapponese Toshikazu Kawaguchi, autore del best seller mondiale ‘Finché il caffè è caldo (Garzanti).

Attesa anche Annie Ernaux, che il 21 maggio riceverà il ‘Premio Mondello Internazionalè’ dal monocratico Giudice Lorenzo Tomasin e il 22 maggio ha partecipato alla celebrazione dei 10 anni de L’orma, il suo editore italiano. Don Wislow sarà nuovamente in collaborazione con ‘Le città in fiammè (Harper Collins). E poi Joel Dicker con il nuovo ‘Il caso Alaska Sanders’ (La nave di Theseus), Joe R.Lansdale con ‘Moon Lakè (Einaudi), Tahar Ben Jelloun con ‘Il miele e l’amarezzà (La nave di Theseus), il norvegese Roy Jacobsen con ‘Gli invisibilì (Iperborea), l’albanese Lea Ypi con ‘Libera. Diventare grandi alla fin della storià (Feltrinelli) e Camilla Lackberg con il mentalista Henrik Fexeus e ‘Il codice dell’illusionistà (Marsilio). E, dopo il trionfo di Tokyo, è andato al Salone Marcell Jacobs con ‘Flash. La mia storià (Piemme), il suo esordio narrativo. La schiera degli autori italiani da Antonio Scurati a Roberto Saviano, Antonio Manzini, Gianrico Carofiglio, Erri De Luca e Andrea Marcolongo.




Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2022, 18:15



© RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE

Add Comment