Vin Diesel mostra uno storyboard in anteprima

Il suo Riddick 4 non suona ancora tempistiche di precisione, ma Vin Diesel e il regista David Twohy ci stanno ancora lavorando. Vin ha condiviso la sua pagina Instagram con uno storyboard.

ridick 4provvisoriamente intitolato rabbia, è un progetto di ancoraggio vivente? Quanto penso, perché vin Diesel ha condiviso il suo Instagram storyboard pagina di uno che gli è stato inviato direttamente da David Dosh, discografico e creatore della saga. Mostra Riddick su tuta spaziale, con una sua voce fuori campo che dice: “Come avevo detto: cose insolite”. Cosa starà succedendo fuori campo? Cosa starà a guardia di Richard?
anche la gamba
Fast & Furious 10, Vin Diesel causa dell’abbandono del record? Louis Leterrier probabile sostituzione

Riddick 4 Furya, il futuro della seconda saga Vin Diesel e David Twohy

Mi sto divertendo anni che vin Diesel e il regista / sceneggiatore David Dosh hanno discutere di ridick 4: se cominciassi a parlare già all’indomani del terzo capitolo ridick (2013), precisamente nel 2014, quando quasi 100 milioni di dollari di Incasso (a fronte di un costo di 40) furono dati abbastanza dalla universale per continuare il discorso. Tra Lentezze, pandemia e la necessità di indossare prima della corazzata Fast & FuriousLa preproduzione è lenta: nel 2019 sappiamo che i sottotitoli provvisori del film lo sono rabbiaÈ alla fine del 2021 che la lavorazione sia stata finalmente accelera.
Diversamente dalle avventure di toretto dominicoil saga di Riddick ha sempre viaggiato con il suo budget relativamente più contenuti, senza dal suo esordio con nero come la pece nel 2000 (costo 23 milioni, incasso 53), con l’unico successo della seconda capitale Le cronache di Riddick (2004), un fallimento di 120 milioni di budget e poco meno del botteghino. L’anima da sci-fi serie B È che se si adatta maggiormente all’atmosfera che Twohy ha creato, e supponiamo che l’Universale sia d’accordo. Tra film, animazione, videogiochi e fumetti, Richard B Riddick è rimasto vivo nell’immaginario collettivo: una svolta diversa dell’artista è legittima.

Add Comment