Riccardo di Filippi. Cosa fa oggi lo Scrocchiazeppi di Romanzo Criminale

Riccardo De Filippis, probabilmente, è un nome che non tutti ricorderanno ma se, al suo posto, se parliamo del mitico “Scrocchiazeppi”, allora subitote di chi stiamo parlando. Va detto, peròi, che l’ottimo Riccardo no va essolutamente appiattito sulla seppur magnifica interpretazione in romanticismo criminale, in quanto il bravissimo attore ha riscosso anche tantissimi altri successi professionali nella sua lunga carriera. Dire cosa se occupa, allora, adesso De Filippis e come sono andate via cucerlo dopo la nota seriale di successo?

L’artista romano ha avuto un’interessante intervista con l’ultimo Valerio Molinaro e ho deciso di andare calorosamente a visitare la sua interessante pagina. Molinaro, infatti, mette subito il formaggio che noi tutti ci poniamo: Come sono andate le cose dopo romanticismo criminale? Riccardo, allora, risponde molta franchezza: Sono cambiate le possibilità lavorative, l’occasione. È cambiata anche la privacy, questa cosa non è tanto il mio problema principale. Devo dirti che siamo fan di sempre stati gentili e misurati. Ma la serie non mi ha cambiato. Io sono rima quello che ero e quello che sono. E dire che sono felice. Gli ha detto che se ci ha avvertito del selfie di famiglia, ha sempre avuto l’idea di trovare uno dei pappagalli.

Toccanti parole, dunque, che oltre alla grande professionalità dell’attore lasciato percepisce anche una forte complicità con il suo pubblico. Riguardo ai progetti futuri, poi, sempre Molinaro chiede giustamente abbia in mente. Il vecchio adagio, allora, resta sempre valido ed il primo amore, infatti non si scorda mai: Vengo dal teatro. La casa di mio cugino, il mio primo amore. Sono parenti ma non sono la stessa cosa. Il teatro offre l’emozione del vivere e la possibilità di crescere e creare in esso. Il cinema e la televisione ha dato la possibilità di vivere a lungo in pochi istanti. Ogni giorno scena diversa da affronare. Momento irripetibile. Una specie di fuoco che se accedi all’improvviso e per il tuo piatto. Direi così Mi piacciono tutte e tre comunque, non posso sceglierne uno.

Non possiamo, allora, che fare i nostri più sinceri complementi al buon Riccardo e fargli i nostri migliori auguri. De Filippis è infatti davvero un grande interprete e siamo sicuri che, oltre all’ottimo passato che ha alle sue spalle, ancora migliore sarà il futuro che gli si prospetta. Lo so, allora, la figura di questo artista coraggioso che ho visto era interessante, ho visto anche parlare di dare un’occhiata a Rabbia furiosa – Er canaro, Ragazzo adorabile me Narcotico A Natale.

LEGGI ANCHE: La Lega annuncia la sua IG: farò per la prima volta

Add Comment