dalla Sala delle Cariatidi all’Acquario civico, così si arredano i musei- Corriere.it

ha dato Giacomo Valtolina

Non solo Triennale e Adi: opere da Brera alla galleria Orlandi. Novembre 2022 governa l’Acquario Civico nel Parco Sempione, cornice inedita dell’installazione Momentum

Se Fuorisalone ha la storica missione — più o meno disinteressata — di accendere i riflettori su zone della città rimaste nell’ombra, lo esteso si pu dire ache per alcuni luoghi culturali prestigiosi o troppo spesso dati per scontati o non conosciuti conosciuti, n dai turismo, a volte dai milanesi. ecco dunque che il fiume di installazioni e opere che sgorga durante la Design week filter sempre di pi nei musei pubblici, nelle gallerie d’arte private e nei palazzi storici, anche quelli di norma chiusi al pubblico.

Il novit dell’edizione 2022 riguarda L’Acquario Civico nel Parco Sempionecornice dell’ ineditaTempi di installazione, che racconta due visioni del tempo: quello oggettivo, Scientifico, e quello soggettivo percepito, in un ambiente acquatico che risponde (in dovuta maniere diversità) al passaggio del visitatore. Peccato solo per il oscuramento che attorno all’ora di pranzo ha interessato tutto attorno al Castello, lasciando al buio esposizioni, installazioni, negozi e case, provoca la rottura di un nodo centrale dell’electricit durante i lavori in strada per il rifacimento della pavimentazione. Oltre al museo civico, oltre al museo del ‘900 dedicato ad una mostra dell’architetto Aldo Rossi, mentre il palazzo di Brera ospita diverse iniziative: dall’Orto botanico (con Interni) ai parlare Prada ambientale nella Biblioteca Intrecciata fino al museo astronomico con Saturno in bella mostra (un dispositivo che elimina gli agenti patogeni).

L’installazione regina dei poli museali tuttavia quella di Palazzo Reale, dove nella Sala delle Cariatidi una gigantesca scatola progettata da Davide Rampello racconta 60 anni di Salone del mobile in un video through the 11 parole di 11 registi, unica grante extra-padiglioni del Salone al suo contraltare diffuso, il Fuorisalone, non di rado interpretato como scisso da quanto acccade a Rho e da cui l’ istituzione (pi delle imprese) vuole differenziarsi.

Dopo l’altra iniziativa spicca quella della gallery di Rossana Orlandi, allargatasi per l’occasione al parchetto di via Bandello sotto il carcere di San Vittore dove sono state allestite isole sul tema della plastica e del gentile design che si sono incontrati per confrontarsi con il lavoro di grandi designer (Bellini, Boeri, De Lucchi, Urquiola e moltissimi altri) hanno continuato a dialogare con il lavoro svolto da carcerati o artista emergente, con l’obiettivo di mostrare il controverso futuro dell’immobiliare virtuale, esplorato all’interno del cantiere di Palazzo Bandello, progetto immobiliare firmato da Daniele Fiori.

Scenica comprende la maxi-installazione al Palazzo del Senato, noto ai pi, con la sua opera di Mir a dare il benvenuto. Soluzioni di alta tecnologia (e un po’ kitsch) al museo Bagatti Valsecchi in via Ges, con scultura neoclassica che attraversa specchi, timbro 3d e un cellulare se si muove nelle stanze del palazzo. Mostra alle donne presso la casa-museo Boschi Di Stefano in via Jan con i gioielli scomposti di 10 artisti. Ma la lista continua. Dalla fondazione Pomodoro in avanti, senza dimenticare i poli del design cittadino: Triennale e Adi, con la sua piazza del Compasso d’oro.

Sarai aggiornato sulle novità da Milano e dalla Lombardia iscrivendoti gratuitamente alla newsletter del Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Piuttosto
clicca qui

8 giugno 2022 (modifica 8 giugno 2022 | 10:07)

Add Comment