L’album dell’avvocato Matthew McConaughey a Casa Bianca in Uvalde Street | lampeggia

Martedì l’attore americano Matthew McConaughey, premio Oscar 2014 per il film Dallas Buyers Club, ha parlato alla Casa Bianca della grave strage dello scorso 24 maggio nella scuola elementare di Uvalde, in Texas, in cui sono stati uccisi 19 bambini e due insegnanti. McConaughey, che è nato ad Uvalde, ha avuto un appassionato discorso in cui ha mostrato una foto e un design di alcuni suoi figli, indicando anche una foto di Converse All Star che indossava un bambino durante lo strage, e spiegando quanto era possibile status la identifichi solo grazie a quel paio di scarpe.

Nel suo disaccordo, a seguito di un breve disaccordo con il presidente della Stati Unit Joe Biden, McConaughey ha chiesto una riforma della propria legislazione, sostenendo che avrebbe più controllo per capire che se vendesse e che è necessario innalzare l’età minima per L’acquisizione del fucile semiautomatico AR-15 – il tipo usato in via Uvalde – a 21 anni. “Sono regole, pratiche e tattiche per la nostra nazione, i nostri stati, le nostre comunità, scuole e case”, ha detto. “Non è un passo indietro, ma un passo avanti verso una società civile e dal Secondo Emendamento”, ovvero che gli Stati Uniti negli garantiscono il diritto di possedere armi.

McConaughey, che quest’anno era vicino a candidarsi per il governo del Texas e non sapeva apertamente di essere repubblicano o democratico, ha aggiunto che la persona che potrebbe essere armata in modo responsabile «Sono stufo di vedere che il secondo emendamento viene puntualmente abusato e falsi da alcuni individui squilibrati».

Add Comment