ZZ Top: storie e canzoni della band

Gli ZZ Top ha creato un vettore davvero unico Sono universalmente noto per il suono del pappagallo e l’affondo e la lunga barba sul viso. Hanno iniziato a mangiare il trio della provinciadando l’interpretazione del blues e del boogie rock e sono diventati, negli anno ’70delle rockstar a tutti gli effetti. La prima hit del pappagallo, la granciaha attirato l’attenzione di tutto il mondo sulla città di la grancia, nel Texas. O più precisamente, una delle attrazioni de La Grange…

Top Gli inizi degli ZZ

Gli ZZ Top sono stati formati nel 1969 dall’informatore e cantautore Billy Gibbons. Nato a Houston, in Texas, nel 1949, Gibbons era figlio di un musicista che instillò la sua passione per la musica. Per il suo tredicesimo compleanno, Billy Rice ha una chitarra elettrica e un amplificatore. Poco dopo ha iniziato il suo sonar in gruppi rock e ha formato la sua prima band. Poco dopo che questa band si sciolse e Gibbons stava per crearne una nuova con il batterista Dan Mitchell e Neil Ford e il bassista dei Fanatics Lanier Greig, Gibbons mise insieme un trio di power blues e boogie che chiama ZZ Top – che si tratta ho reso omaggio a maestro di blues BB King. All’inizio si vuole chiamare ZZ King, così ho deciso di sostituire “King” con “Top”, creando il nome ZZ superiore.

Con il manager Bill Ham in servizio di produzione, la nuova band ha realizzato un singolo per l’etichetta locale Scat Records, che ha causato l’inizio breve e il mancato funzionamento. Alcune divergenze creative portano Greig e Mitchell a lasciare la band, e Gibbons recluta una nuova sezione ritmica, il bassista Billy Etheridge il batterista Franco Barba. Quando ho visto una proposta di una casa discografica che non soddisfaceva Etheridge, ho anche deciso di lasciare la band.

Avendo bisogno di un bassista, Beard suggerisce di chiedere a Dusty Hill, che ha suonato con lui negli American Blues. Questa formazione sarebbe presto andata in studio e hai inciso il primo album degli ZZ Top del 1971 e hai lavorato insieme per i successivi 50 anni.

Jim Steinfeldtimmagini false

Ho successo, papà la grancia in poi

Gli ZZ Top tornarono in scena, completamente rinnovati, nel 1972 con l’LP Fango del Rio Grande; contenente Francineun unico discreto successo e hanno appena pagato, che svilupperà un punto malato dello spettacoli pappagallo vivo. L’LP, dà a Gibbons più spazio per il suo sporco attacco della chitarra al momento della svolta arriva con il loro terzo albumUomini dell’albero del 1973. In questa occasione il pappagallo suono caratteristico si fonde por la prima volta e dà vita al singolo la granciauna celebrazione di un fanatico bordello del Texas, che gli varrà il disco d’oro.

Due anni più tardi tushTratto dall’album di successo Fandango, scala la top 20 della classifica dei singoli di Billboard. Il giro del mondo del Texas (1976) della band, durante il quale se è ibisco è una scatola a forma di Texas disseminato di oggetti di scena che includono cactus, serpenti e bovini cornuti, è uno dei tour de concerti di maggior successo degli anni ’70.

Mente il Worldwide Texas Tour attraverso il paese nel 1976 e nel 1977, gli ZZ Top pubblicano TegoleL’ultimo album sotto contratto con la casa discografica di Londra.

Gli anni ’80 e ’90

È il 1977 e bisogna proprio fermarsi, mi prenderò una pausa. Nei due anni che trascorrono senza che gli ZZ Top si facciano vivi, Warner Bros matura la decisione di metterli sotto contratto e ristampare tutto il loro vecchio catalogo. Nel frattempo, si sa, Gibbons ha detto che Hill non si sarebbe fatto crescere la barba e quando l’avrebbe trovata, avrebbero pensato di farla durare come parte integrante del look da pappagallo.

Il disco che segna il ritorno sulla scena è macellare (1979) e secondo molti sancisce la definitiva perdita dello spirito blues originali a favore di un rock da classifica. Tutto questo attira comunica una miriade di nuovi fan e guida la band dai locali agli stadi. La commercializzazione continua con Pazzo (1981) e soprattotto Sollevare (1983) raggiungere che grazie ai video ammiccanti passati spesso da MTV fanno agli ZZ Top un livello di popolarità inpensabile, sbranando le classifiche grazie a singoli come Dammi tutto il tuo amore stasera, Affilato me Gambe.

postcombustore (1985) è, se possibile, un successo ancora più grande. La fascia non cambia la formula ma aumenta il dosaggio dei sintetizzatori, eccessivo giudicato e snaturante dalla critica. Il gruppo sembra concordare e infatti per il nuovo lavoro ne ridurre di molto la portata. riciclatore (1990) continua ad averlo nelle alte classifiche, inoltre è ormai lo stile della band non riserva più alcun tipo di sorpresa e Sono una prova secondo il cedimento.

Nel 1992, la Warner Bros. pubblica ZZ Top Greatest Hitsuna raccolta che contiene una copertina di viva Las Vegas ha dato Elvis Presley che diventa un altro evento di mtv. Due anni più tardi la band firma con la RCA ma i prodotti risultanti da questa collaborazione sono mediocri.

oggi?

Il 2004 dà il benvenuto agli ZZ Top nella rock and roll hall of fame, come annunciato da Keith Richards nel discorso di introduzione. La band negli anni successivi se concentrerà il suo tour e la sua registrazione di un concerto, in diretta dal texas uscito in formato audio e video nel 2008. Un altro set di DVD live, Double Down Live, è seguito nel 2009, con un tour di concerti di Television Television nel 1980 e filmato da Spettacoli Messi sul palco nel 2007 e 2008 a San Francisco, Parisi e Bixby, Okla.

zz su oggi

Daniele Cavaliereimmagini false

Dopo una lunga pausa dagli studi di registrazione, gli ZZ Top firmarono con American Recordings e realizzarono il futuro del 2012, che arriva salutato dalla critica come gradito ritorno al loro sound pre-Eliminator.

Nell’ottobre 2017, la band annulla una serie di spettacoli perché Dusty Hill raggiunge secondo il contratto l’Epatite ei suoi medici insistono affinché si accendano una pausa. Comunque nel 2018 è tornato al lavoro e nel 2019 debutta un interessante documentario sul gruppo, Quella piccola vecchia banda del Texas su Netflix. Lo scoppio della pandemia di Covid-19 ha impedito agli ZZ Top di esibirsi per tutto il 2020, poco dopo che Dusty Hill viene a prendersi cura della band in tutta comodità.

Questo contenuto è creato e gestito da una terza parte e viene importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io

Add Comment