Biglietti rock per i clienti, un aiuto alla musica – Cronaca

Un sostegno all’arte e alla cultura, dovuto al mondo falso nella stessa misura dovuto ad anni difficilissimi in cui molte attività del settore, inaspettatamente orfane di clienti, hanno dovuto arrendersi.

A metterlo in campo – e soprattutto in pratica – è la Jump, società di media e comunicazione (Srl) fondata nel 2016 dal fiorentino Marco Agnoletti, già portovace di Matteo Renzi e dell’attuale sindaco di Firenze Dario Nardella. È sulla pagina Facebook della società della comunicazione dove il progetto è spiegato più nel dettaglio.

“Nel 2020 – si – durante la prima ondata di pandemia, quando vivevo sempre a casa, abbiamo lanciato l’iniziativa #regalo-un-libro per sostenere con forza la biblioteca indipendente per evitare il lockdown. e regalare ai nostri clienti sostenere questo settore in forte difficoltà”.

“A causa di anni di distanza – continua ancora il testo del post – in questo periodo fortunatamente il Salto è molto alto, abbiamo deciso di replicare l’iniziativa pensante ma ad un set diversificato, forse nel tempo è stato difficile colpire dagli effetti della pandemia : quello dei grandi eventi e della musica dal vivo Per questo abbiamo deciso di acquistare alcuni dei biglietti film di Firenze Rocks che saranno esposti nel parco delle Cascine di Firenze, fra gli altri, artista del calibro di Green Day, Muse, Metallica., Red Hot Chilies”.

Una scelta, deriva appunto, dall’alto valore simbolico “perché conoscevamo gli organizzatori Alessandro Bellucci e Leonardo Giacomelli da tanti anni, conoscevamo la passione, l’amore e l’impegno che mettono nel fare il loro lavoro e quanto siano stati duri per loro gli ultimi due anni. Il nostro è solo un piccolo gesto”.

“Ci piacerebbe – conclusione Jump – che qualche altra come la nostra, o forse più grande della nostra, simili promuovesse iniziative in Italia. Sono davvero migliaia le persone che vivono grazie agli spettacoli dal vivo, contratti dei più vari, spesso precari. Crediamo sia giusto support. Senza musica dal vivo saremmo tutti più poveri. Come lo siamo stati in questi anni”.

Chi vuole sapere in qualcosa di più sul progetto può consultare il sito www.Jumpmedia.it #regalaunconcerto.

Add Comment